Finanziamento dell’esercizio e del mantenimento della qualità

Ciclo della gestione
Ciclo di gestione secondo l'art. 6 OCPF

La Confederazione finanzia i costi non coperti pianificati per l'esercizio e il mantenimento della qualità dell'infrastruttura ferroviaria, incluso l'adeguamento allo stato della tecnica e alle esigenze del trasporto. A tal fine conclude con i gestori dell'infrastruttura (GI) convenzioni sulle prestazioni (CP) per periodi quadriennali.

Nelle CP vengono fissati in anticipo, per un quadriennio, gli importi delle indennità d'esercizio e dei contributi d'investimento nonché gli obiettivi dei GI basandosi sui piani a medio termine di questi ultimi. La definizione delle indennità d’esercizio e dei contributi d’investimento per un periodo pluriennale favorisce una gestione parsimoniosa delle risorse disponibili e crea degli incentivi al miglioramento della produttività. La CP può essere modificata soltanto in caso di deroghe rilevanti rispetto alle ipotesi su cui si basa la pianificazione.

L'UFT gestisce le CP sulla base di appositi controlli. Gli obiettivi sono stabiliti congiuntamente per tutti i GI, mentre i singoli valori individualmente. Il loro raggiungimento viene controllato da un punto di vista quantitativo attraverso indici orientati ai risultati. Inoltre i GI sono tenuti a redigere rapporti su ulteriori obiettivi (stato della rete, problemi di capacità della rete, ETCS ecc.). Devono presentare almeno ogni semestre un rapporto scritto sul raggiungimento degli obiettivi e sullo stato dei progetti d'investimento convenuti. La Confederazione sottopone a verifica l'effettivo raggiungimento degli obiettivi. L’UFT può disporre le misure del caso o esigere il rimborso di finanziamenti se le prestazioni ordinate non sono fornite come convenuto o se gli obiettivi o i termini fissati non sono rispettati.

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/modi-di-trasporto/ferrovia/infrastruttura-ferroviaria/finanziamento-dellesercizio-e-del-mantenimento-della-qualita.html