Piano settoriale dei trasporti, parte Infrastruttura ferroviaria (SIS)

Nel quadro del Piano settoriale dei trasporti, la parte Infrastruttura ferroviaria prende in esame esclusivamente le infrastrutture adibite al traffico ferroviario che rientrano nell'ambito di competenza della Confederazione. Ha per oggetto la pianificazione, la costruzione, la gestione, la manutenzione e l'utilizzo delle infrastrutture ferroviarie d'importanza nazionale, in particolare:

  • le tratte ferroviarie;
  • i terminali merci; e
  • le stazioni di smistamento o le stazioni viaggiatori della rete a scartamento normale e ridotto cofinanziata dalla Confederazione.
© UFT

Il Piano settoriale dei trasporti, parte Infrastruttura ferroviaria (SIS) è uno strumento di pianificazione vincolante per le autorità e il suo obiettivo è coordinare sul lungo periodo lo sviluppo dell'infrastruttura ferroviaria auspicato con quello territoriale perseguito, garantendo così la pianificazione dei Cantoni e dei Comuni. Contiene perciò anche progetti il cui finanziamento non è ancora assicurato. La Confederazione salvaguarda in tal modo gli interessi nazionali e le possibilità di ulteriore sviluppo dell'infrastruttura ferroviaria.

Il SIS si articola in due parti. La parte concettuale definisce i principi per l'ulteriore pianificazione dell'infrastruttura ferroviaria e orienta sui programmi per l'ulteriore sviluppo dell'infrastruttura ferroviaria. La seconda parte contiene le schede di coordinamento dettagliate che illustrano i progetti territoriali concreti. Il SIS è completato dai chiarimenti, che informano sulla procedura adottata e sui risultati dell'audizione.

Gli adattamenti e complementi 2018 del Piano settoriale dei trasporti, parte Infrastruttura ferroviaria (SIS5), erano incentrati su tre tematiche: l’integrazione della rete elettrica strategica 2030 delle FFS assieme alla definizione di un ordine di priorità delle zone di conflitto per la posa in cavo nel quadro della problematica della risonanza, l'aggiornamento di diversi capitoli della parte concettuale nonché quello delle schede di coordinamento, con l’integrazione di un progetto per un'officina a ovest di Berna nella scheda 4.1. Il Consiglio federale ha approvato questi adattamenti il 7 dicembre 2018.

Gli adattamenti e complementi 2022 del SIS costituiscono una vasta revisione che prevede l’aggiornamento dei capitoli della parte concettuale e della fase di coordinamento dei progetti contenuti nelle schede di aggiornamento.

L’aggiornamento della parte concettuale concerne i seguenti temi:

  • presa in considerazione dei progetti scaturiti dal messaggio PROSSIF FA 2035 con notevole incidenza sul territorio e l’ambiente;
  • aggiornamento dei capitoli della parte concettuale e della fase di coordinamento dei progetti contenuti nelle schede di coordinamento;
  • adeguamenti in funzione della revisione della parte programmatica del Piano settoriale.

Servizi federali competenti

Ufficio federale dei trasporti, in collaborazione con l'Ufficio federale dello sviluppo territoriale

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/temi-generali/temi-specialistici/coordinamento-territoriale/sis.html