Adeguamento, con effetto da metà 2021, della tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni

Berna, 17.12.2020 - Il Consiglio federale intende potenziare ulteriormente la politica di trasferimento del traffico avvalendosi della possibilità di aumentare la tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP) per i modelli di mezzi pesanti meno recenti. Il Comitato misto Svizzera-UE dell'Accordo sui trasporti terrestri ha approvato tale modifica con effetto dal 1° luglio 2021.

Con il rapporto sul trasferimento del traffico 2019 il Consiglio federale ha deliberato un pacchetto di misure volto a incrementare ulteriormente il trasferimento delle merci dalla strada alla rotaia nel traffico transalpino. Tra queste rientra, ad esempio, il declassamento dalla categoria TTPCP intermedia a quella più costosa degli autocarri di vecchia costruzione delle classi Euro IV e Euro V, che coprono tra il 10 e il 20 per cento delle prestazioni di trasporto merci su strada. Il Consiglio federale prevede inoltre di sopprimere lo sconto del 10 per cento applicato dal 2011 per i veicoli Euro II ed Euro III dotati di filtro antiparticolato, la cui quota sul totale delle prestazioni di trasporto è del 2 per cento.
Poiché ne è interessato anche il traffico internazionale in transito dalla Svizzera, l'adeguamento della TTPCP doveva essere approvato dal Comitato misto dell'Accordo sui trasporti terrestri Svizzera-UE, che ha dato ora il suo consenso. L'aumento della TTPCP sarà posticipato di sei mesi rispetto alla data inizialmente prevista, in modo da tener conto delle preoccupazioni di alcuni Stati membri dell'UE e delle conseguenze della pandemia COVID-19. L'aumento richiede anche un adeguamento dell'ordinanza sul traffico pesante, di competenza del Consiglio federale.
Il Comitato misto ha inoltre deciso di prorogare il termine della soluzione transitoria relativa alla collaborazione tra UFT e Agenzia ferroviaria europea per il momento di un anno, fino al recepimento del pilastro tecnico del quarto pacchetto ferroviario dell'UE, e ha approvato una nuova scadenza per la verifica delle caratteristiche tecniche nazionali del settore ferroviario.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti
Servizio stampa
+41 (0)58 462 36 43
presse@bav.admin.ch


Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Abbonarsi ai comunicati stampa

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/pubblicazioni/comunicati-stampa.msg-id-81683.html