Autolinee internazionali (autobus a lunga percorrenza)

Nuovo coronavirus: Informazioni per il traffico transfrontaliero

Coronavirus: nuove regole per l’entrata in Svizzera e per il rilascio del certificato COVID alle persone vaccinate all’estero

Per maggiori informazioni circa lo stato attuale dei controlli alle frontiere e delle condizioni d'entrata è possibile consultare le seguenti pagine Internet (senza pretesa di esaustività).

 
Un pullman della Flixbus nei classici colori verde chiaro e arancione nella circolazione stradale
Flixbus propone corse verso una trentina di Paesi europei in partenza da una quarantina di località svizzere.
© FLIXBUS

Le autolinee internazionali, chiamate anche autobus a lunga percorrenza, completano l'offerta di treni internazionali. A causa del divieto di cabotaggio, su questi autobus non è consentito trasportare passeggeri con luogo di partenza e di destinazione all'interno della Svizzera.  

In sei anni in Svizzera il numero di autorizzazioni rilasciate o approvate per l'esercizio di autolinee internazionali è più che raddoppiato. Questo sviluppo è dovuto soprattutto alla liberalizzazione del trasporto interno con autobus di linea in Germania e in Francia. Spesso le autolinee sono proposte su tratte la cui offerta ferroviaria è debole o inesistente, ad esempio da Zurigo a Belgrado..

In questo ambito l'Ufficio federale dei trasporti (UFT) svolge una funzione importante: rilascia o acconsente al rilascio delle autorizzazioni per i collegamenti internazionali a mezzo autobus tra la Svizzera e gli Stati dell'UE e per quelli tra la Svizzera e i Paesi terzi. In linea di massima le domande di autorizzazione sono accolte; vengono invece respinte, ad esempio, nel caso in cui il nuovo collegamento comprometterebbe gravemente l'esistenza di un servizio comparabile coperto da un contratto di servizio pubblico.

L'UFT vigila inoltre sull'attuazione e l'osservanza delle normative in materia di trasporti e, nel caso di violazioni, avvia un procedimento penale. A causa del divieto di cabotaggio, sugli autobus a lunga percorrenza non è consentito trasportare passeggeri con luogo di partenza e di destinazione all'interno della Svizzera, per esempio tra Berna e Zurigo. Le polizie cantonali e il Corpo delle guardie di confine controllano, d'intesa con l'UFT, il rispetto di questa disposizione.

Le imprese che intendono proporre servizi di trasporto con autobus all'interno della Svizzera possono presentare apposita domanda per il rilascio della relativa concessione (cfr. Autolinee nazionali a lunga distanza).

Nel suo rapporto del 18 ottobre 2017 sui trasporti internazionali di viaggiatori il Consiglio federale ha stabilito di voler sviluppare ulteriormente i servizi di trasporto nazionali e internazionali con autobus a lunga percorrenza nell'ambito della vigente legislazione. Il Consiglio federale ravvisa a questo proposito un potenziale di sviluppo per le stazioni e le fermate delle autolinee (miglioramenti per i passeggeri) e sul piano dell'applicazione delle pertinenti condizioni sociali.

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/modi-di-trasporto/tram-e-autobus/autolinee-internazionali.html