Il Fondo per l'infrastruttura ferroviaria

Un grafico complesso che riassume il contenuto della pagina sul fondo infrastrutturale.
L'infrastruttura ferroviaria è finanziata mediante il Fondo per l'infrastruttura ferroviaria (FIF).
© UFT

La Confederazione finanzia l'esercizio, il mantenimento della qualità e l'ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria mediante il Fondo per l'infrastruttura ferroviaria (FIF).

Il Fondo per l'infrastruttura ferroviaria (FIF) è alimentato con i seguenti mezzi:

  • al massimo due terzi del prodotto netto della tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP);
  • l'1 per mille dell'imposta sul valore aggiunto;
  • il 2 per cento delle entrate provenienti dall'imposta federale diretta sul reddito delle persone fisiche;
  • 2,3 miliardi di franchi provenienti dalle finanze generali della Confederazione, adeguati all'evoluzione del prodotto interno lordo reale e del rincaro (indice di rincaro delle opere ferroviarie) e
  • contributi cantonali per un importo di circa 500 milioni.

Inoltre i seguenti mezzi sono assegnati al FIF in via transitoria:

  • un ulteriore 1 per mille dell'imposta sul valore aggiunto (fino al più tardi al 2030);
  • il 9 per cento del prodotto netto dell'imposta sugli oli minerali a destinazione vincolata (fino al rimborso completo dell'anticipo), ma al massimo 310 milioni di franchi sulla base dei prezzi del 2014.

Mediante il FIF la Confederazione finanzia tutti i costi dell'infrastruttura ferroviaria, ovvero sia l'esercizio e il mantenimento della qualità di quella esistente sia gli ulteriori ampliamenti.

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/modi-di-trasporto/ferrovia/infrastruttura-ferroviaria/fif-fondo-per-l-infrastruttura-ferroviaria.html