Programmi di ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria

Un bambino con la valigia mentre aspetta il treno.

Fase di ampliamento 2035

Per l'ampliamento della rete ferroviaria sono in corso vari programmi. Per quello più recente, la fase di ampliamento 2035, il Consiglio federale propone investimenti per 11,5 miliardi di franchi.

Operai che posano un nuovo binario.

Fase di ampliamento 2025

Assieme al progetto FAIF il Parlamento ha approvato la fase di ampliamento delle ferrovie PROSSIF 2025. Destinata ad aumentare le capacità infrastrutturali nei prossimi anni, essa prevede misure per 6,4 miliardi di franchi realizzate parallelamente al progetto di futuro sviluppo dell'infrastruttura ferroviaria (SIF).

Neat_Nordportal_Inbetriebnahme

Alptransit

Alptransit è il nome del progetto con cui si sta realizzando una ferrovia pianeggiante che attraversa le Alpi. Alptransit aumenterà la competitività del trasporto di merci ferroviario transalpino e assicurerà le capacità necessarie per il trasferimento del traffico merci dalla strada alla rotaia. Anche il traffico viaggiatori beneficerà dei minori tempi di percorrenza ottenuti con questo progetto.

Alptransit comprende il potenziamento degli assi di transito del San Gottardo e del Lötschberg e il miglioramento del raccordo della Svizzera orientale all'asse del San Gottardo.

Un treno viaggiatori in transito tra diversi binari con rispettive linee di contatto

SIF

Nel traffico viaggiatori a lunga distanza il programma sullo sviluppo futuro dell'infrastruttura ferroviaria (SIF) prosegue sulla via tracciata dal sistema dei nodi ferroviari introdotto con Ferrovia 2000. Gli investimenti già effettuati vengono completati da numerosi progetti di media e piccola entità che consentono di migliorare le coincidenze, intensificare i collegamenti e aumentare le capacità. Ad approfittarne sono tutte le regioni del Paese.

Nel traffico merci il programma SIF riduce i tempi di trasporto e assicura le capacità necessarie al trasferimento del traffico stradale alla rotaia sull'asse nord-sud. L'offerta è definita in base alle previsioni sulla domanda.

Un treno merci che entra in galleria.

Corridoio di 4 metri

Il trasferimento del traffico merci transalpino dalla strada alla rotaia è l'obiettivo principale della politica svizzera dei trasporti. La realizzazione di un corridoio di 4 metri lungo l'asse nord-sud del San Gottardo è una misura importante per raggiungere questo traguardo.

I semirimorchi con altezza agli angoli di 4 metri e larghezza fino a 2,60 metri potranno così essere trasportati unicamente su rotaia da Basilea fino agli importanti terminal di trasbordo del Norditalia, passando per Chiasso o Luino.

Pannello informativo al binario di una stazione

R-RAV

Fino al 2020 la Confederazione investirà 1090 CHF (prezzi 2003) per migliorare i raccordi alla rete europea ad alta velocità (R-RAV). Ciò consentirà di ridurre i tempi di viaggio tra la Svizzera e Parigi, Lione, Monaco di Baviera, Ulm e Stoccarda.

Treno viaggiatori in transito su una tratta aperta

Risanamento fonico delle ferrovie

Nell'ambito del risanamento acustico delle ferrovie si agisce in primo luogo sulla fonte dei rumori (risanamento del materiale rotabile). Dove ciò non basta si opta per i pannelli fonoassorbenti o l'insonorizzazione degli edifici. La seconda tappa del risanamento acustico sancisce i valori limite di emissione validi a partire dal 2020 per i carri merci che transitano sulla rete svizzera. Dall'altra parte consente l'adozione di misure per la riduzione del rumore ferroviario e di contributi agli investimenti per materiale rotabile particolarmente silenzioso e ricerche del settore pubblico.

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/temi/indice-alfabetico-dei-temi/programmi-di-ampliamento.html