Condizioni quadro per un trasporto di merci ferroviario forte nel traffico interno, d'importazione e d'esportazione

Güterzug SBB-Cargo

Nel traffico interno e in quello d’importazione e d’esportazione un quarto di tutte le merci viene trasportato su rotaia. In Svizzera la ferrovia riveste quindi grande importanza per l'approvvigionamento interno e per gli scambi con l'estero.

Nel traffico interno, d’importazione e d’esportazione, detto anche «traffico merci ferroviario sull’intero territorio nazionale», sono preponderanti le due forme di produzione illustrate di seguito.

  • Nel trasporto in carri completi isolati (TCCI), a partire da binari di raccordo o da impianti di carico e scarico, singoli carri o gruppi di carri vengono riuniti in treni e condotti nelle stazioni di smistamento, dove sono costituiti nuovi convogli secondo le regioni di destinazione. Una volta nella stazione d'arrivo i singoli carri o gruppi di carri sono di nuovo smistati sui binari di raccordo, negli impianti di carico e scarico o negli impianti di trasbordo. La gestione e la responsabilità per il TCCI spettano a FFS Cargo, in qualità di fornitore di sistema.
  • I treni completi circolano come unità dal luogo di partenza a quello di arrivo (binario di raccordo o impianto di trasbordo). Per trasportare regolarmente grandi quantità di merci dal luogo di partenza a quello di arrivo, si impiegano i cosiddetti treni navetta, ossia convogli la cui composizione rimane invariata nei diversi trasporti. In singoli casi i treni completi sono impiegati anche nel traffico combinato, ovvero per il trasporto di container o casse mobili, che vengono trasbordati ai terminali. Nel trasporto in treni completi vi sono diversi fornitori.

 

A differenza del traffico transalpino, per quello interno, d’importazione e d’esportazione la legge non prevede un esplicito mandato di trasferimento dei trasporti dalla strada alla rotaia. Le offerte per questi tre tipi di traffico devono, di base, essere economicamente autonome. La Confederazione può derogare a questo principio solo nei seguenti casi.

  • È previsto un termine transitorio fino a fine 2018 per i contributi d’esercizio per il traffico a carro completo isolato e per il traffico combinato non transalpino.
  • La Confederazione può partecipare al finanziamento di ordinazioni cantonali di offerte. Tale promozione, di cui attualmente beneficia solo il traffico merci su ferrovia a scartamento ridotto, è valida fino a fine 2027.
https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/temi-a-z/traffico-merci-ferroviario-sull-intero-territorio-nazionale.html