Coordinamento territoriale

Paesaggio e un treno passeggeri in transito sullo sfondo

Nell'ambito dei piani settoriali la Confederazione mostra come prevede di adempiere ai suoi compiti in un ambito settoriale o tematico e precisa gli obiettivi che vuole conseguire e le condizioni o esigenze che intende rispettare.

Il Piano settoriale dei trasporti definisce le linee direttrici per il coordinamento in seno all'intero sistema dei trasporti (strada, ferrovia, aviazione, navigazione) da un lato e con lo sviluppo territoriale dall'altro, dando particolare rilievo agli aspetti territoriali. Il Piano settoriale dei trasporti prevede una parte programmatica, messa in vigore dal Consiglio federale il 26 aprile 2006, e le parti attuative per i vari vettori di trasporto.

L'Ufficio federale dei trasporti è competente per la parte attuativa concernente la ferrovia (Piano settoriale dei trasporti, parte Infrastruttura ferroviaria, SIS) e la navigazione (Piano settoriale dei trasporti, parte Infrastruttura navigazione, SIF).

L'obiettivo è di coordinare sul lungo periodo lo sviluppo delle infrastrutture auspicato con quello territoriale perseguito, garantendo così la pianificazione di Confederazione, Cantoni e Comuni.

Binari con scambi

Piano settoriale dei trasporti, parte Infrastruttura ferroviaria (SIS)

Nel quadro del Piano settoriale dei trasporti, la parte Infrastruttura ferroviaria prende in esame esclusivamente le infrastrutture per il traffico ferroviario che rientrano nell'ambito di competenza della Confederazione.

Un battello sul lago

Piano settoriale dei trasporti, parte Infrastruttura navigazione (SIF)

Il Piano settoriale dei trasporti, parte Infrastruttura navigazione (SIF) offre alla Confederazione una base decisionale per la pianificazione dei trasporti nel settore della navigazione.

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/temi-a-z/coordinamento-territoriale.html