Autorizzazione per i servizi di trasporto regolare internazionale a mezzo autobus tra la Svizzera e Stati terzi (Paesi che non sono membri dell'Ue)

I servizi di trasporto regolare internazionale a mezzo autobus tra la Svizzera e Stati terzi sono soggetti ad autorizzazione. Qui di seguito trovate tutto quello che dovete sapere in merito al rilascio, la modifica o il rinnovo dell'autorizzazione. 

1. Basi legislative

1.2. Direttiva

Dal 1° ottobre 2019:

Direttiva concernente i trasporti internazionali mediante autobus tra la Svizzera e Stati terzi (DirTInT) (PDF, 290 kB, 01.10.2019)

In seguito a una riorganizzazione della Divisione Finanziamento dell'Ufficio federale dei trasporti (UFT), dal 1° ottobre 2019 il settore in oggetto non farà più parte della Sezione Traffico merci bensì di quella nuova Accesso al mercato.

Il testo della direttiva è stato altresì leggermente adeguato sul piano redazionale. 

 

2. Domanda di autorizzazione

2.1 Informazioni generali

I trasportatori svizzeri intenzionati a richiedere, modificare o rinnovare l'autorizzazione per un servizio di trasporto regolare internazionale a mezzo autobus sono tenuti a presentare apposita domanda scritta all'Ufficio federale dei trasporti, Sezione Traffico merci, 3003 Berna, al più presto dieci mesi e al più tardi sei mesi prima dell'avvio o del proseguimento del servizio. Sia il modulo di domanda sia tutti gli allegati richiesti devono recare l'indicazione del luogo e della data e la firma del richiedente (dirigente dell'impresa).

2.2 Documentazione della domanda

Documentazione della domanda

La domanda deve comprendere i seguenti documenti (cfr. n. 3.3 DirTInT e all. VI OTV):

- modulo di domanda;
- orario;
- elenco delle fermate;
- tabella degli orari e dei prezzi;
- copia dell'autorizzazione di accesso alla professione (licenza);
- carta stradale;
- piano di servizio sulla durata del lavoro e del riposo;
- elenco dei veicoli;
- contratto di cooperazione;
- per domande di rinnovo o di modifica: documenti contenenti dati statistici sulle prestazioni di trasporto.

Per l'allestimento della carta stradale si consiglia di utilizzare il prodotto «PowerRoute 2008 Europa» della ditta G DATA Software AG.

Una volta presentata la domanda completa e corretta, il richiedente riceve una conferma di ricevimento. Le domande incomplete o errate sono rinviate al mittente per completamento o correzione.

Se la domanda è completa, viene svolta la consultazione in Svizzera coinvolgendo tutti i Cantoni interessati (fermate), l'ufficio preposto al controllo OLR (Cantone in cui ha sede l'impresa di trasporto svizzera), le FFS, la Direzione generale delle dogane ed eventuali ditte concorrenti.

Nel caso di domande presentate in Svizzera, se dalla consultazione svolta in Svizzera non sono emerse obiezioni sostanziali al rilascio dell'autorizzazione, sono chiamati a esprimersi tutti gli Stati esteri interessati dal servizio di trasporto oggetto della domanda, ossia gli Stati di transito e lo Stato di destinazione. L'autorizzazione può essere rilasciata una volta pervenuto il consenso di tutti gli Stati interpellati.

2.3 Condizioni di rilascio

L'autorizzazione è rilasciata qualora sia provato che (art. 44 cpv. 1 OCTV):

a. l’impresa garantisce il rispetto delle disposizioni legali; 

b. (abrogata) 

c. non è gravemente pregiudicata l’esistenza, sui tratti diretti interessati, di un’offerta di trasporto comparabile coperta da uno o più contratti di pubblico servizio;

d. (abrogata) 

e. le corse sono effettuate con i veicoli direttamente a disposizione dell’impresa;

f. nel trasporto esiste una cooperazione tra le imprese svizzere e quelle estere; sono fatte salve le deroghe previste dagli accordi internazionali;

g. tutte le imprese partecipanti dispongono di un’assicurazione minima conformemente all’articolo 3 dell’ordinanza del 20 novembre 1959 sull’assicurazione dei veicoli, che si applica in tutti gli Stati interessati; 

h. tutte le imprese partecipanti sono iscritte nel registro delle persone soggette all’imposta sul valore aggiunto;

i. l’effettuazione del servizio di trasporto può avvenire in conformità con le disposizioni concernenti i tempi di guida e di riposo dei conducenti.

Ulteriori condizioni per il rilascio dell'autorizzazione:
Per effettuare trasporti di viaggiatori su strada a titolo professionale, le imprese svizzere di trasporto devono essere in possesso di un'autorizzazione di accesso alla professione valida (cosiddetta «licenza»; art. 3 cpv. 1 della legge federale del 20 marzo 2009 sull'accesso alle professioni di trasportatore su strada (LPTS; RS 744.10)).
Informazioni in merito sono disponibili sul sito: http://www.autorizzazione.ch/

3. Documenti contenenti dati statistici sulle prestazioni di trasporto

Le imprese di trasporto svizzere ed estere devono ripartire tra loro il servizio di trasporto. La quota dell'impresa svizzera (servizio svolto con veicoli immatricolati in Svizzera) sul totale dei servizi di trasporto effettuati (totale dei chilometri percorsi da tutte le imprese di trasporto) deve essere almeno del 30% per anno civile. Sono fatte salve le deroghe previste dagli accordi internazionali.

Le imprese che effettuano trasporti regolari di viaggiatori a titolo professionale devono fornire informazioni sulla loro attività all'Ufficio federale dei trasporti (art. 78 cpv. 1 OTV). Alle domande di rinnovo o di modifica vanno allegati i documenti contenenti i relativi dati statistici; per ogni anno civile va allestita una statistica separata utilizzando il modello qui indicato:

Contatto

Ufficio federale dei trasporti UFT
Sezione Traffico merci
CH-3003 Berna

Tel.
+41 (0)58 465 07 00
Fax
+41 (0)58 464 11 86

E-mail

Stampare contatto

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/temi-a-z/autolinee-internazionali/autorizzazione-stati-terzi.html