La consigliera federale Sommaruga firma l'accordo con la Germania sul potenziamento del traffico ferroviario

Berna, 25.08.2021 - Oggi la consigliera federale Simonetta Sommaruga e il ministro dei trasporti tedesco Andreas Scheuer hanno sottoscritto un accordo sul traffico ferroviario internazionale volto, tra le altre cose, a potenziare i collegamenti notturni e quelli regionali. La Germania conferma il proprio impegno ad ampliare le capacità delle tratte di accesso nord ad Alptransit.

In vista della costruzione della nuova ferrovia transalpina (Alptransit), nel 1996 la Svizzera e la Germania hanno convenuto, nell'«accordo di Lugano», di aumentare le capacità sulle tratte di accesso in funzione della crescita della domanda di trasporti. Nel frattempo la Germania ha ampliato a quattro binari diversi tratti della ferrovia della valle del Reno tra Karlsruhe e Basilea e il Parlamento tedesco ha decretato l'ampliamento integrale, compreso il necessario finanziamento. La conclusione di questi lavori è attualmente prevista per fine 2040. Misure d'esercizio quali tracce supplementari per i treni merci e ampliamenti selettivi, ad esempio nel nodo di Offenburg, permetteranno di compensare i ritardi accumulati rispetto al programma. Sono inoltre state ampliate ed elettrificate le tratte per Monaco e Ulm.

A settembre l'accordo di Lugano compirà 25 anni e per l'occasione i due Paesi hanno deciso di aggiornarne ed estenderne i contenuti. Il 25 agosto 2021, durante un incontro digitale, la consigliera federale Simonetta Sommaruga e il ministro dei trasporti Andreas Scheuer hanno sottoscritto un nuovo accordo, che sostituisce il primo. Le tratte di accesso ad Alptransit rimangono un elemento essenziale e la Germania conferma l’impegno ad aumentare le capacità di quelle di sua competenza; è inoltre previsto il potenziamento dei collegamenti transfrontalieri. Sul fronte dell'ampliamento dell'infrastruttura è prestata maggiore attenzione alla collaborazione, prevedendo obiettivi comuni e un processo di pianificazione coordinato. L'accordo contiene delle novità anche sul piano dei servizi di trasporto, ad esempio il potenziamento del traffico internazionale viaggiatori, compresi i treni notte, e di quello regionale nelle zone di confine. Le parti contraenti intendono inoltre intensificare la collaborazione in materia di ricerca, sviluppo, innovazione e digitalizzazione e semplificare ulteriormente il traffico transfrontaliero attraverso l'armonizzazione delle prescrizioni tecniche. «Vogliamo potenziare la politica di trasferimento e rendere la ferrovia più competitiva anche nel traffico viaggiatori, con benefici anche per il clima», ha sottolineato la Consigliera federale nel sottoscrivere il nuovo accordo.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DATEC, Annetta Bundi, 058 462 50 02
Comunicazione UFT, 058 462 36 43, presse@bav.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/pubblicazioni/comunicati-stampa.msg-id-84844.html