Rimborso di utili conseguiti indebitamente da AutoPostale

Postauto-close-web

L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) veglia affinché i sussidi per il traffico regionale viaggiatori (TRV) siano impiegati in modo conforme alla legge. Nell'ambito della sua regolare attività di revisione, l'UFT ha constatato che dal 2007, nel settore delle autolinee beneficiarie di indennità, AutoPostale Svizzera SA realizza margini di utili che sono stati trasferiti ad altri settori di attività. Il 21 settembre 2018, l'Ufficio federale dei trasporti (UFT), la Conferenza dei direttori cantonali dei trasporti pubblici (CTP) e la Posta Svizzera sono giunti a un accordo su ammontare e termini di restituzione nel «caso AutoPostale»: la Posta restituirà a Confederazione, Cantoni e Comuni 188,1 milioni di franchi. Oltre alle irregolarità contabili risultate dal rapporto di revisione dell'UFT di febbraio 2018 nel traffico regionale viaggiatori tra il 2007 e il 2015, l'importo considera i trasferimenti illeciti nel trasporto locale e su mandato, le indennità indebitamente percepite tra il 2016 e il 2018 e gli interessi dovuti per legge. La Posta restituisce inoltre spontaneamente 17,2 milioni di franchi per trasferimenti risalenti a prima del 2007 e caduti in prescrizione..

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/modi-di-trasporto/tram-autobus/postauto.html