Costi e redditività

Il credito complessivo stanziato dal Parlamento per Alptransit è di 19,1 miliardi di franchi (prezzi 1998). I costi ammontano a 17,7 miliardi e raggiungono i 22,8 considerati i prezzi attuali, gli interessi e l’IVA. Pur non essendo in sé redditizia, Alptransit è un utile investimento della politica dei trasporti, visti i benefici che produce per l’economia.

Nell’ambito della campagna in vista della votazione federale del 1998 sulla costruzione e il finanziamento dei progetti infrastrutturali, il Consiglio federale ha stimato i costi di Alptransit a 13,6 miliardi di franchi (prezzi 1995). Nel 2008 con la Panoramica FTP il Parlamento ha aumentato il credito a 19,1 miliardi di franchi (prezzi 1998). Da allora la stima dei costi finali è in leggero calo; attualmente è di 17,7 miliardi di franchi. Questa cifra corrisponde a circa 23 miliardi ai prezzi attuali, compresi gli interessi e l’IVA. L'aumento dei costi rispetto al preventivo iniziale è imputabile ai seguenti fattori:

  • aumento degli standard di sicurezza e adeguamenti allo stato della tecnica (ad es. galleria di base del Ceneri a due tubi separati anziché a un tubo a doppio binario);
  • miglioramenti per la popolazione e l’ambiente (ad es. aggiramento stazione di Frutigen, nuovo collegamento a Erstfeld);
  • difficoltà geologiche;
  • procedure di aggiudicazione ed esecuzione dei lavori;
  • ampliamenti del progetto.

La costruzione di Alptransit era – ed è tuttora – motivata essenzialmente da ragioni di politica dei trasporti. Il progetto è però anche un utile investimento per l’economia nazionale perché produce importanti effetti socio-economici:

  • i benefici per l’economia nazionale superano i costi di costruzione;
  • questi benefici torneranno prevalentemente a vantaggio del Paese;
  • l’effetto occupazionale è stimato a circa 100 000 uomini/anno;
  • i tempi di percorrenza nel traffico interno vengono ridotti fino al 50 per cento;
  • il conseguente trasferimento del traffico riduce l’impatto sull’ambiente;
  • la variante a rete con due assi genera benefici economici diffusi.

I benefici di Alptransit vanno al di là di considerazioni prettamente economiche e della questione dell’autonomia finanziaria. Come tutte le infrastrutture ferroviarie, anche Alptransit può essere costruita e gestita solo con finanziamenti pubblici.

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/modi-di-trasporto/ferrovia/programmi-di-ampliamento-infrastruttura-ferroviaria/alptransit/costi.html