Prossima fase di ampliamento («messaggio 2026»)

Nell'intento di potenziare ulteriormente la ferrovia a lungo termine, nel 2026 il Consiglio federale prevede di proporre al Parlamento una nuova fase di ampliamento contenente prime tappe di grandi progetti (nodi di Lucerna e Basilea, collegamento diretto Aarau–Zurigo, accelerazione Berna–Losanna e Winterthur – San Gallo). Il messaggio comprenderà anche una serie di misure costruttive volte a porre su solide basi il programma d'offerta previsto con le precedenti fasi di ampliamento.

Visualizzazione del collegamento diretto Aarau–Zurigo
Nell'ambito del messaggio 2026 saranno sottoposte alle Camere, ai fini del finanziamento, prime tappe di grandi progetti quale il collegamento diretto Aarau–Zurigo.
© UFT

Il messaggio 2026 sarà incentrato sull'attuazione di prime tappe di grandi progetti la cui realizzazione sotto il profilo temporale e finanziario è possibile soltanto sull'arco di più fasi di ampliamento. Nello specifico si tratta del collegamento diretto Aarau–Zurigo, dei nodi di Lucerna e di Basilea nonché dell'accelerazione sulle tratte Berna–Losanna e Winterthur–San Gallo che, nel decreto federale concernente la fase di ampliamento 2035, il Parlamento aveva stabilito di valutare nell'ambito dell'elaborazione del messaggio 2026. Nel quadro dell'accelerazione sulle tratte Berna–Losanna e Winterthur–San Gallo vanno inoltre trovate misure atte a rimediare alla rinuncia delle FFS ai treni con compensazione del rollio capaci di circolare in curva ad alta velocità. Per essere prese in considerazione, tali misure devono presentare un rapporto costi-benefici positivo e adempiere gli obiettivi della prospettiva FERROVIA 2050 in materia di trasporti, sviluppo degli insediamenti e contributo agli obiettivi climatici.

Il messaggio 2026 prevede inoltre la rielaborazione e il consolidamento del programma d'offerta 2035 grazie a ulteriori misure infrastrutturali atte a garantire la stabilità e la puntualità del futuro esercizio. Tra queste possono rientrare l'ampliamento di stazioni per far fronte alla crescita della domanda nel rispetto dei requisiti di sicurezza e del tempo necessario per cambiare treno o la realizzazione di ulteriori binari di ricovero e capacità di manutenzione.

L'UFT coinvolgerà i Cantoni e le ferrovie nei lavori nell'ambito della pianificazione a finestra mobile prevista dal progetto di finanziamento e ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria (FAIF) accettata nel 2014 in votazione popolare.

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/modi-di-trasporto/ferrovia/infrastruttura-ferroviaria/programmi-di-ampliamento/naechster-ausbauschritt-botschaft-2026.html