Programmi di ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria

Rolltreppe Bahnhof Bern

Fase di ampliamento 2035

Per la fase di ampliamento 2035 il Consiglio federale propone misure per circa 11,5 miliardi di franchi, che consentiranno di ridurre i sovraccarichi prevedibili su diverse tratte. Tra i progetti figurano la galleria di Brütten, la seconda galleria di base dello Zimmerberg e gli ampliamenti tra Yverdon, Losanna e Ginevra.

Operai che posano un nuovo binario.

Fase di ampliamento 2025

La fase di ampliamento 2025, adottata nel quadro del progetto concernente il finanziamento e l’ampliamento dell’infrastruttura ferroviaria (FAIF), mira ad aumentare la capacità non solo di grandi nodi ferroviari quali Ginevra, Basilea e Berna, ma anche di molte altre località. La fase di ampliamento 2025 prevede misure per 6,4 miliardi di franchi.

Neat_Nordportal_Inbetriebnahme

NFTA

Con le tre gallerie di base del San Gottardo, Lötschberg e Ceneri, previste da Alptransit, sarà realizzata una ferrovia pianeggiante attraverso le Alpi, che renderà il traffico merci transalpino più attrattivo e ridurrà i tempi di percorrenza nel traffico viaggiatori. Alptransit, il cui costo ammonta a circa 23 miliardi di franchi, sarà conclusa a fine 2020.

Un treno viaggiatori in transito tra diversi binari con rispettive linee di contatto

SIF

Il programma SIF prosegue sulla via tracciata dal sistema dei nodi ferroviari introdotto con Ferrovia 2000. Entro il 2025 progetti per un volume di 5,4 miliardi di franchi consentiranno di migliorare le coincidenze, intensificare i collegamenti e aumentare le capacità. Ad approfittarne sono tutte le regioni del Paese. Nel traffico merci il programma SIF riduce i tempi di trasporto e potenzia le capacità sull'asse nord-sud.

Un treno merci che entra in galleria.

Corridoio di 4 metri

Affinché i semirimorchi con altezza agli angoli di 4 metri possano essere trasportati dal Nord Europa fino agli importanti terminal di trasbordo del Norditalia, si stanno ampliando le vecchie gallerie sull'asse del San Gottardo ed eliminando altri ostacoli di sagoma. Il corridoio di 4 metri sarà realizzato entro fine 2020, i suoi costi non supereranno i 990 milioni di franchi.

TGV-Lyria Zurigo

Raccordo alla rete ad alta velocità

Entro fine 2020 la Confederazione avrà investito circa 1,1 miliardi di franchi nella rete ferroviaria, allo scopo di migliorare i raccordi della Svizzera alla rete europea ad alta velocità. Ciò consente di ridurre notevolmente i tempi di percorrenza verso Parigi, Lione, Monaco di Baviera, Ulm e Stoccarda, nell'interesse dell'economica e del turismo del Paese.

Treno viaggiatori in transito su una tratta aperta

Risanamento fonico delle ferrovie

Nell’ambito del programma di risanamento fonico tutto il materiale rotabile è stato dotato di freni silenziosi e sono stati installati circa 276 chilometri di pareti antirumore e oltre 70 000 finestre insonorizzate. In una 2ª tappa verrà introdotto, con effetto dal 2020, il divieto generale di circolazione sulla rete svizzera di carri merci rumorosi.