Convenzioni sugli obiettivi

In virtù della legge sul trasporto di viaggiatori (LTV) e dell'ordinanza sulle indennità per il traffico regionale viaggiatori (OITRV) la Confederazione e i Cantoni possono definire in convenzioni pluriennali con le imprese di trasporto obiettivi finanziari e/o qualitativi a medio e lungo termine. Tali convenzioni riguardano una o più linee gestite dalle imprese di trasporto, idealmente un insieme di linee in una precisa area di mercato. La convenzione sugli obiettivi consente di rafforzare il meccanismo di controllo, creando un percorso guidato tra gli obiettivi strategici (a lungo termine) e le convenzioni sull'offerta.

Le convenzioni sugli obiettivi hanno lo scopo di definire le condizioni quadro e i partner coinvolti. Gli obiettivi e lo scadenzario, come pure gli indicatori volti a definire e misurare il raggiungimento degli obiettivi e le eccezioni tollerate, devono essere precisati in dettaglio. Gli obiettivi intermedi (traguardi intermedi) sono definiti in un piano temporale. Vengono allestiti il controlling (processo di verifica del raggiungimento degli obiettivi) e una procedura in caso di eccezioni, misure correttive ed eventuali adeguamenti dell'obiettivo (verifica degli obiettivi). Una volta scaduta la convenzione vengono formulate le conclusioni: gli obiettivi sono stati raggiunti? In caso contrario, quali sono le conseguenze? (Nessuna ulteriore misura; svolgimento di un bando pubblico; redazione di una nuova convenzione sugli obiettivi ecc.).

Una convenzione sugli obiettivi può essere conclusa per agire sulla quantità (soprattutto per quanto concerne l'offerta), sulla qualità o sul miglioramento dell'efficienza e della struttura dei costi, ma può essere impiegata anche per definire come obiettivo il mantenimento dello status quo (p. es. l'importo delle indennità rimane invariato a medio termine). In analogia alla procedura di ordinazione, la responsabilità è di norma del Cantone competente che, in linea di principio, concluderà una convenzione sugli obiettivi con l'IT in accordo con la Confederazione. Tutti i committenti cofinanziatori della linea vanno informati con forme e contenuti decisi dai Cantoni, di concerto con l'UFT. È auspicata la maggiore trasparenza possibile anche in termini di condivisione delle conoscenze. La convenzione sugli obiettivi non sostituisce le convenzioni sull'offerta contenenti il dettaglio degli obblighi di pagamento dei committenti. Lo scopo è che tutti i committenti partecipanti a un'offerta sottoscrivano una convenzione sugli obiettivi. La Confederazione sottoscrive la convenzione nel caso in cui questa riguardi una linea del traffico regionale viaggiatori (TRV) che beneficia di indennità.

In ogni caso tutti i committenti (Confederazione, Cantoni, per le linee del traffico locale eventualmente anche Città/Comuni) vanno informati in modo chiaro e trasparente prima di concludere una convenzione sugli obiettivi. Tutti i committenti devono esprimere il loro accordo di massima, dal momento che i risultati perseguiti riguardano in egual modo tutte le parti e non solo i firmatari della convenzione. In linea di principio, le convenzioni concernenti il TRV sono valide solo se sottoscritte anche dalla Confederazione. L'insieme di linee contemplate nella convenzione sugli obiettivi può comprendere sia linee del TRV sia linee del traffico locale.

La convenzione sugli obiettivi deve tuttavia indicare separatamente le indennità secondo l'articolo 28 capoverso 1 LTV (finanziamento congiunto di Confederazione e Cantoni) e secondo l'articolo 28 capoverso 4 LTV (finanziamento senza partecipazione della Confederazione). Anche i valori da raggiungere in termini di costi, ricavi e indennità devono essere trattati separatamente.

Dal momento che in linea di principio è prevista una procedura di ordinazione biennale (per un periodo d'orario), la durata è di norma di 4, 6, 8 o 10 anni e idealmente dovrebbe collocarsi tra i 4 e i 6 anni. Per durate superiori è necessario prevedere, a metà del periodo, una possibilità o un obbligo di adeguamento. La durata dipende dalla scadenza della concessione per il trasporto di viaggiatori, dalle pianificazioni cantonali dei bandi di concorso e dalla data di attuazione di misure infrastrutturali. In tale contesto, ai fini della definizione della durata va considerata innanzitutto la ragione (obiettivo e scopo) della convenzione.

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/l-uft/compiti-dell-ufficio/finanziamento/finanziamento-dei-trasporti/traffico-viaggiatori/trv-con-funzione-di-collegament/convenzioni-sugli-obiettivi.html