Nulla osta della Confederazione al progetto «V-Bahn»

Berna, 01.06.2018 - Il 31 maggio 2018 l'Ufficio federale dei trasporti (UFT) ha emanato la decisione di approvazione dei piani per la nuova funivia che da Grindelwald porterà alla stazione Eigergletscher e per la sostituzione della funivia del Männlichen. La decisione, che autorizza ad avviare i lavori di costruzione per la cosiddetta «V-Bahn», prevede una serie di oneri a tutela dell'ambiente e del paesaggio.

Il progetto approvato dall'UFT comprende gli elementi seguenti:

• il nuovo «Eigerexpress», una funivia con cabine della capienza di 28 persone che dal nuovo terminal Grindelwald-Grund porterà direttamente alla stazione, ampliata, dell'Eigergletscher;
• una funivia con cabine per 10 persone, che dal terminal Grund porterà al Männlichen sostituendo la funivia esistente, non più conforme a standard moderni;
• la nuova stazione Rothenegg sulla tratta Interlaken-Grindelwald della Berner Oberland-Bahnen (BOB), che consentirà l'interscambio diretto tra il terminal Grindelwald-Grund e il resto della rete di trasporto pubblico;
• un autosilo con un migliaio di posteggi a Grindelwald-Grund, destinato agli ospiti che giungono in auto e direttamente collegato con il terminal.

La procedura di approvazione dell'UFT è stata coordinata con le procedure di definizione del piano direttore e del piano delle zone e con quelle di rilascio della licenza di costruzione del Cantone di Berna e dei Comuni interessati.

Dopo aver ponderato tutti gli interessi, l'UFT ha inserito nella decisione di approvazione dei piani una serie di oneri, di carattere prevalentemente ambientalistico, richiesti nel corso della procedura dai servizi federali e cantonali competenti per la tutela dell'ambiente, dalle organizzazioni ambientaliste e da altre parti che hanno presentato opposizione. La loro integrazione nella decisione garantisce l'ecocompatibilità del progetto. Le obiezioni avanzate riguardavano soprattutto il tracciato dell'Eigerexpress ai piedi della parete nord dell'Eiger: secondo la Confederazione, grazie alle misure già contemplate dal progetto e agli oneri ora stabiliti, quali ad esempio piloni meno alti del previsto, la sua realizzazione non avrà un impatto significativo sul paesaggio.  Sono stati inoltre prescritti i colori da utilizzare per la verniciatura affinché le cabine e la galleria paravalanghe della Wengernalpbahn AG (WAB) ai piedi dell'Eiger (galleria dello Strättli) si integrino meglio nel paesaggio.

In merito al progetto erano state presentate 17 opposizioni. La WAB, che rappresentava le imprese partecipanti al progetto, ha potuto risolvere in modo consensuale tutte le controversie con gli autori delle opposizioni, tanto che non si è reso necessario procedere a espropriazioni.

La decisione dell'UFT è impugnabile con ricorso al Tribunale amministrativo federale (TAF). Le organizzazioni ambientaliste avevano precisato che avrebbero rinunciato a presentare ricorso al TAF qualora le condizioni da loro formulate fossero state rispettate. L'UFT le ha integrate nella decisione sotto forma di oneri.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti
Servizio stampa
+41 (0)58 462 36 43
presse@bav.admin.ch


Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/attualita/comunicati-stampa.msg-id-70960.html