Meno merci e autocarri in transito attraverso le Alpi svizzere

Berna, 15.03.2018 - Nel 2017 il volume del traffico merci transalpino su strada e rotaia è stato del 4 per cento inferiore a quello dell'anno precedente. Il calo è riconducibile innanzitutto all'interruzione di 50 giorni della tratta del Reno presso Rastatt, che ha causato una riduzione della quota di mercato del traffico merci ferroviario transalpino dal 71 al 70 per cento. L'interruzione sulla rete ferroviaria tedesca non ha invece provocato un aumento di autocarri sulle strade: i transiti di veicoli merci pesanti sono infatti diminuiti di un ulteriore 2,1 per cento, attestandosi a 954 000.

L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) oggi ha pubblicato il rapporto sull'evoluzione del traffico merci transalpino nel 2017, dal quale emerge che il volume delle merci trasportate su rotaia è sceso del 5,3 per cento, attestandosi a 27,2 milioni di tonnellate. La causa del calo va ricercata nell'interruzione della tratta del Reno presso Rastatt e nelle limitazioni legate a lavori di costruzione per il corridoio di 4 metri sulla tratta di Luino. I problemi infrastrutturali hanno avuto ripercussioni in particolare sul trasporto in carri completi, che ha perso un quinto del volume di merci rispetto all'anno scorso. Il traffico combinato, al contrario, ha registrato un aumento: il trasporto di contenitori e semirimorchi (traffico combinato non accompagnato) è cresciuto dell'1,5 per cento, la strada viaggiante del 2,1 per cento. Ne consegue che, nel 2017, per la prima volta oltre la metà del volume di merci su strada e rotaia ha attraversato le Alpi svizzere con il trasporto combinato.

Ulteriore calo dei transiti di autocarri

L'interruzione della tratta del Reno non ha generato un significativo trasferimento del trasporto di merci dalla rotaia alla strada: con 954 000 transiti di autocarri, il valore del 2017 è stato di circa un terzo inferiore a quello del 2001, anno in cui con la tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP) e il graduale aumento del limite di peso a 40 tonnellate sono state definite nuove condizioni generali.

Nonostante il tendenziale aumento del traffico complessivo, pertanto, quello di merci transalpino su strada è ulteriormente diminuito. L'obiettivo fissato a livello di legge per il 2018 è di 650 000 transiti di autocarri. Su mandato della Commissione dei trasporti del Consiglio nazionale, l'UFT sta elaborando una strategia per l'attuazione a medio termine di tale obiettivo di trasferimento. Il rispettivo rapporto sarà disponibile a fine anno.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti
Servizio stampa
+41 (0)58 462 36 43
presse@bav.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

https://www.bav.admin.ch/content/bav/it/home/attualita/comunicati-stampa.msg-id-70110.html